News ed eventi

Segnaliamo

Libroteca d’Arte per la Scuola
L’albo illustrato come risorsa educativa e didattica a scuola

Openday per docenti e dirigenti scolastici per la progettazione condivisa delle proposte formative a.s. 2017- 2018

La Libroteca d’Arte del MUST- Museo Storico di Lecce, biblioteca che seleziona e accoglie al suo interno il meglio dell’editoria mondiale per ragazzi, organizza un pomeriggio pedagogico sul tema dell’arte e dell’albo illustrato come risorsa educativa e formativa a scuola. Il pomeriggio formativo si svolgerà presso il museo storico della città ed è organizzato nell’ambito del “Maggio dei libri”, la campagna nazionale nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura nella crescita personale, culturale e civile.
I docenti, gli educatori e i genitori sono invitati a partecipare all’incontro con la finalità di animare alleanze educative affinché il libro, la promozione della lettura e la mediazione dell’arte siano riconosciuti, a scuola e non solo, sempre più come strumenti di promozione e crescita culturale per i bambini e le bambine.
Sin dall’inizio delle sue attività educative, l’area didattica del museo ha investito molto in programmi culturali incentrati sull’utilizzo dell’albo illustrato e sulla progettazione di atelier, che si svolgono al museo e a scuola e che si avvalgono della metodologia del learing by doing e del cooperative learning.
Ovviamente, il primo interlocutore, per quanto riguarda i percorsi di progettazione e ideazione dei percorsi è l’opera d’arte, quella esposta nelle sale espositive. Ci sono sculture, fotografie, quadri, installazioni ed è a queste che ci riferiamo; ai linguaggi dell’arte, ai processi della creazione artistica, alle mostre.
Ma l’albo illustrato e il libro d’artista è per noi alla stregua delle opere d’arte. E’ un testo artistico ma soprattutto pretesto per attivare delle dinamiche, per ideare, per ricercare delle direzioni di senso che poi si sviluppano in sede di laboratorio.
Da cinque anni, l’offerta formativa del MUST per la Scuola ha trovato nei libri con le figure il principale strumento di trasmissione culturale e di dialogo con gli studenti, una risorsa per “imparare a vedere”, a sentire e interpretare il mondo ma anche per accrescere il proprio vocabolario visivo interiore.
Nell’albo illustrato e nelle graphic novel la collaborazione di immagine e parola costituisce una risorsa educativa straordinaria per lo sviluppo del pensiero metaforico, di conseguenza della sensibilità estetica e della competenza emozionale nella costruzione dei processi cognitivi, delle rappresentazione e dei giudizi.
In una dimensione pedagogico- didattica cui anche il museo è chiamata, il compito degli insegnanti e degli educatori non è più solo la trasmissione di conoscenze , bensì l’attivazione di motivazione e curiosità, presupposti della possibilità di trovare interessante, stupefacente e bello ogni risultato del processo di co-costruzione di conoscenze e competenze.
Il pomeriggio, quindi, sarà sia occasione per presentare e discutere insieme i progetti realizzati dalla Libroteca d’Arte, durante l’anno scolastico che si appresta a terminare, sia un’occasione per realizzare una tavola rotonda, formata dai docenti e dagli educatori museali, di progettazione di atelier, programmi e laboratori, da svolgere anche in classe, per il nuovo anno scolastico 2017- 2018.
E’ proprio partendo dalle richieste, dalle idee e dagli input dei docenti e dei dirigenti scolastici che sia vuole fare dell’open day un momento di programmazione condivisa per avviare sperimentazioni sul come e perché creare insieme scuola- museo un ecosistema che stimoli la curiosità dei bambini e dei ragazzi, affinché essi abbiano una visione critica e non stereotipata del mondo in cui vivono.
Il patrimonio di immagini e di storie, provenienti dal meglio dell’editoria mondiale per ragazzi, della Libroteca d'Arte ci ha sempre fornito spunti, suggerimenti, chiavi di lettura per progettare percorsi di laboratorio sui temi più disparati destinati al pubblico dei giovani che frequentano il museo, per questo motivo anche per il prossimo anno scolastico la Libroteca d’Arte si propone quale polo educativo in grado di offrire nuove prospettive di cultura, di inclusione, di relazioni comunicative e di opportunità formative per alunni e docenti.
L’open day sarà anche occasione per presentare una delle novità del prossimo anno scolastico ovvero i benefit per i docenti e gli istituti scolastici che prenderanno parte agli atelier della Libroteca d’Arte e che riguardano anche una particolare scontistica per l’acquisto di albi illustrati e libri per ogni classe che si iscriverà ai nuovi percorsi.
Programma, sabato 27 maggio 2017
17.30- 17.45: accoglienza e registrazione partecipanti
17.45- 18.15: merenda di benvenuto
18.15- 19.30: tavola rotonda
Info e iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; cell. 3938438170

Sabato 11 marzo
9- 19
MUST

Le rime e le figure racconatate dall'autore

"Per due bambini amici i miesi sono giocattoli. L'anno è un giardino"

Incontro con l'autore, per bambini, genitori, docenti, bibliotecari e per tutti coloro che amano le storie fatte di parole e di figure.

Lo scorrere del tempo non fa paura quando si è bambini, ogni stagione ha la sua bellezza e Nino e Nina lo sanno bene. Dodici poesie li guidano mese dopo mese nelle loro attività, nelle loro scoperte, nei loro giochi.

Lo scrittore Bruno Tognolini racconta così l'anno che passa, accompagnato dai colori e dalle meravigliose illustrazioni di Paolo Domeniconi. L'incontro tra i due autori ci regala ''Nino e Nina'', uno splendido albo illustrato evocativo ed emozionante, perfetto per i grandi e i piccoli lettori.

Bruno Tognolini è nato a Cagliari, si è laureato al DAMS di Bologna, e ora, quando non è in viaggio per i mille incontri coi lettori in tutta Italia, vive in quella città. Dopo gli anni del teatro (opere con Vacis, Paolini, Baliani), ora lavora a tempo pieno come scrittore, per ragazzi e non solo. In televisione per quattro anni è stato fra gli autori de L'Albero Azzurro e per tredici ideatore e coautore de La Melevisione. È autore di opere teatrali (alcune tuttora in circuito), di opere multimediali (Nirvana X-ROM, dal film di G. Salvatores); di canzoni (come quelle per il film Storia di una gabbianella di E. D'Alò); ha scritto racconti e rime “d'occasione” per riviste, per libri, per gli usi e gli eventi più disparati. Ma il suo primo e più grande amore restano i libri: oltre una trentina di titoli dal '91 a oggi, romanzi, racconti e poesie, pubblicati con Salani, Giunti, Mondadori, RCS, Gallucci, Fatatrac, Carthusia, Panini, il Castoro, Topipittori, e altri. Nel 2007 è Premio Andersen come miglior scrittore italiano, nel 2011 Premio Speciale della Giuria del Premio Andersen per il suo Rime di rabbia (Salani).

Altre notizie e testi su www.tognolini.com

Picturebook Fest- Festival dell’arte e della letteratura per ragazzi, è il primo Festival, organizzato a Lecce, finalizzato alla valorizzazione dei linguaggi dell’illustrazione contemporanea per il pubblico dei giovani (e non solo), attraverso la promozione della lettura e della scrittura e con esse dell'esemplarità del percorso creativo di ogni scrittore, illustratore ed editore.

Per la seconda edizione abbiamo scelto, come immagine simbolo del Festival, un’illustrazione di Alica Baladan, ospite del Picturebook Fest, tratta dal libro “Storia Piccola” di Cristina Bellemo, edito da Topipittori.
Alicia Baladan ha disegnato una bambina, seduta in cima ad un cubo colorato, che guarda “attraverso” l’infinito.

Viene da chiedersi dove andare a cercare l’infinito e se abbia una forma, un peso, un odore.

Per noi, l’infinito è quella cosa che ci fa iniziare un viaggio che sa di poesie e di nuvole, è un altrove ricco, intenso, misterioso. E questo altrove sta anche dentro le pagine dei libri con le figure.
E’ un infinito che riempie lo sguardo di stupore e di meraviglia, che dilata i contorni delle parole, che genera visioni ed emozioni, che trasforma le immagini in navicelle spaziali per orizzonti da conquistare.
L’infinito per rinnovare lo sguardo ed avere occhi nuovi.

Perchè è proprio questo che vogliamo offrire: uno sguardo limpido mediato e accompagnato dall’arte e dalla letteratura, che, insieme, offrono visuali diverse della realtà, ottiche irraggiungibili a occhio nudo, barlumi di risposte alle grandi domande della vita.
Cos’è la buona letteratura se non adesione a ciò che il lettore sente nel profondo? Anche a ciò che difficilmente può essere spiegato?
Ecco, forse quando si legge un buon libro, quando si sfoglia un bell’albo illustrato non c’è spazio per la solitudine, quella vera e annichilente. Allora, possiamo tutto, anche scrutare l’infinito arrampicati su scatoloni traballanti, senza paura di cadere!

Dal 21 al 29 gennaio 2017 noi guarderemo l’infinito, grazie a mostre, workshop, attività didattiche, laboratori per famiglie, con l'obiettivo di affermare e promuovere l'importanza culturale e la valenza pedagogica del libro illustrato.
Attraverso gli albi illustrati, speciali ponti tra i nostri occhi e la realtà, avremo modo di dedicare approfondimenti sull’illustrazione, riservando uno spazio importante anche ai percorsi della narrazione nell’albo illustrato, alla fotografia, all’editoria e, finalmente, anche alla scrittura per grandi e piccoli.

Vai al sito

L’ADI- Associazione per il disegno industriale - Delegazione Puglia e Basilicata e Kubico srl in co-
organizzazione con l’Ordine degli Architetti di Lecce e in collaborazione con il Must - Museo Storico di
Lecce e Croce Rossa Italiana – Comitato di Lecce presentano


DA CASA NASCE CASA


a cura di Cintya Concari & Roberto Marcatti
un progetto solidale di design e creatività dedicato alla raccolta fondi a favore delle popolazioni del centro
Italia colpite dal sisma.
La società Kubico, sposando per questo progetto la filosofia del recupero e quindi convertendo alle infinite
variabili del riciclo oggetti e materiali, riusa scarti della propria lavorazione aziendale realizzando 70
casette in legno grezzo che mette a disposizione della creatività pugliese e lucana per una iniziativa
solidale a sostegno delle comunità devastate dal terremoto.
ADI -Delegazione Puglia e Basilicata si fa carico di chiamare a raccolta per questo progetto tutti i propri
soci e gli architetti e designer che nell’anno in corso sono stati invitati sul territorio tra cui Riccardo Dalisi,
Marco Ferreri, Alessandro Guerriero, Ugo La Pietra, Paolo Lomazzi, Patrizia Pozzi e tanti altri, per
interpretare/decorare le 70 piccole casette in legno grezzo, sottolineando così come la cultura del progetto
possa promuovere grandi e piccole iniziative che raccontano, anche ai non addetti ai lavori, l’aspetto etico,
sociale e di condivisione della progettualità stessa.
A fronte del consolidato rapporto di partenariato tra ADI - Delegazione Puglia e Basilicata e Must sulla
tematica della cultura del progetto intrapreso in questi ultimi anni, il Museo Storico di Lecce si è reso
disponibile ad ospitare nei propri spazi museali l’esposizione delle 70 casette interpretate/decorate dai
“creativi” pugliesi e lucani nei giorni 13,14 e 15 Dicembre. A seguire il giorno 16 dicembre alle ore 18.30 ci
sarà, sempre all’interno del Must, un’asta benefica per la vendita delle casette il cui ricavato sarà
accreditato direttamente sul conto corrente della Croce Rossa Italiana a favore delle popolazioni
terremotate.
Il titolo dell’iniziativa, volutamente parafrasato, è un omaggio a Bruno Munari e al suo libro “da cosa
nasce cosa”. E proprio Bruno Munari, il più eclettico artista e designer italiano, da sempre ha sostenuto
come priorità l’aspetto etico della progettazione rivolto sia alla negazione dello spreco che all’attenzione
per gli aspetti sociali e solidali. Sulla scia di questa iniziativa LedA, i laboratori educativi e didattici per l’arte
che operano all’interno del Must, basandosi sul proprio principio ispiratore delle attività di “educare
all’arte con l’arte” organizzeranno un laboratorio didattico per i bambini dal tema “la casa”.
ADI - Delegazione Puglia e Basilicata, Kubico, Ordine degli Architetti di Lecce , Must e Croce Rossa
Italiana, Comitato di Lecce hanno deciso, ognuno per la propria competenza, di agire in sinergia per
stimolare sul territorio la condivisione di un progetto tra coloro che si occupano di architettura e design. Inesposizione quindi il talento e la fantasia degli architetti e designer pugliesi e lucani che hanno deciso di
aderire al progetto “da casa nasce casa”. La creatività finalizzata a uno scopo benefico, una creatività
quindi che sorprenda il pubblico con il decoro/l’interpretazione di un piccolo oggetto dal valore simbolico
importantissimo, la casa, una creatività che esprima dal territorio pugliese e lucano una autentica lezione
universale e non soltanto di design.
Programma: Must -13, 14, 15 Dicembre - Esposizione delle 70 casette – Via Degli Ammirati 11 - Lecce
Asta benefica: Must - venerdì 16 dicembre ore 18.30
Conduce la serata MARCO RENNA, Direttore artistico del premio Teknè
Info: www.adi-design.org www.kubico.it www.mustlecce.it
www.crilecce.it - www.facebook.com/cri.le


AUTORI PARTECIPANTI
Massimo ACCOTO, Vincenzo BAFUNNO, Maurizio BARBA, Saverio CALIA, Alfio CANGIANI, Piertito CARDILLO, Stelvio
CARPENTIERI, Rossana CARULLO, Fabiana CICIRILLO, Consorzio CETMA, Sara COSTANTINI, Salvatore COZZOLINO,
Riccardo DALISI, Antonio D’APRILE, Valentina DE CAROLIS, Luciana DELLE DONNE, Rocco DE MATTEIS, Sabrina DE
MITRI, Angelo DE SANTIS, Daniele DELLA PORTA, Patrizia DI COSTANZO + Filippo PIFERI, Gianni DI MATTEO, Riccardo
D’ORIA, Maria INCAMPO, Nicola ELIA, Andrea EPISCOPO, Marco FERRERI, Luciano GALIMBERTI, Toni GALLITELLI,
Lorenzo GEMMA, Pasquale GENTILE, Alessandro GUERRIERO, Maria Cristina HAMEL, Silvana INGUSCIO + Alessandro
EPIFANI, Angelo JELMINI, Ugo LA PIETRA, Matteo LETTINI, Paolo LOMAZZI, Bruno MAGGIO, Roberto MARCATTI,
Giuseppe MARIANO, Ciro MASELLA, Martino MASTROVITO, Gaetano MINAFRA, Nicola MIULLI, Sara MONDAINI,
Pietro MONITILLO, Michele PAGANO, Giovanni PALATELLA, Antonio + Matteo PELLEGRINO, Giovanni PESCE, Pasquale
PITARDI, Patrizia POZZI, Massimo PRONTERA, Rosa ROCHIRA, Adalgisa ROMANO, Andrea ROVATTI, Michele
SALLUSTIO, Toti SEMERANO, Francesco SPADA, Ubaldo SPINA, Gregorio SPINI + Fiammetta PAROLA, Antonio SURDO,
Enrico SURDO, Licio TAMBORRINO, TARSHITO, Luca Paolo VASA, Gianni VENEZIANO, Giacomo VENTOLONE, Fabio
VINELLA, Umberto ZAPELLONI, Francesco ZURLO.

9 ottobre 2016 GIORNATA NAZIONALE FAMIGLIE AL MUSEO

Esperienze d'arte e laboratori sul tema del viaggio al MUST

Come ogni anno il MUST- Museo Storico della Città di Lecce partecipa alla grande festa nazionale della Giornata Famiglie al Museo.

Le esperienze d'arte e creatività pensate per far vivere ai bambini e alle loro famiglie una giornata di scoperta e di emozioni con l'arte sono collegate al tema del viaggio e alla mostra di libri illustrati di editoria inernazionale "Orizzonti di viaggio. Dalla cultura del viaggio al racconto delle migrazioni" esposta al piano terra del Museo Storico. La mostra, che offre una galleria ricca di storie e immagini del meglio degli albi illustrati che invitano a fare viaggi diversi e meravigliosi, è lo spunto per le attività inserite nel programma nazionale della FAMU.

Prima colonna

Il programma per la Giornata Nazionale Famiglie al Museo

(immagine è in allegato si chiama la valigia...)

"La valigia delle carabottole" è il labortaorio che si svolgerà dalle 11 alle 12.30, per bambini dai 4 ai 7 anni e le loro famiglie. Il titolo prende spunto dal libro edito da Orecchio Acerbo , esposto in mostra, scritto dall'autrice russa Ljudmila Petruševskaja e illustrato da Luci Gutiérrez. Cosa ci sarà nascosto nella misteriosa valigia che il protagonista della storia si porta a spasso ed è bramata da tutti? Il laboratorio è un invito per i bambini ad immaginare un viaggio e a preparare una loro valigia delle carabottole, piena di fantasia e degli oggetti più bizzarri.

"Il grande atlante delle avventure" è il laboratorio che si svolgerà dalle 17.30 alle 19, per bambini dai 5 ai 10 anni e i loro genitori. Una caccia al tesoro alla scoperta di alcuni continenti e nazioni del mondo, tra indovinelli e indizi da scovare nelle sale al primo e al secondo piano del museo. Ad ispirare questa attività, che vedrà sfidarsi due squadre come veri atleti delle olimpiadi, è

"Il grande Atlante delle avventure", un libro di mappe dei tutto il mondo di grande formato, edito da ElectaKids, che accompagna i bambini in un viaggio mozzafiato in giro per la Terra.

Info: per partecipare alle attività è consigliabile la prenotazione, per via dei posti limitati: Ingresso bambino 5 euro, ingresso genitore 2 euro; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; cell. 328.5842.114

MUST per la Scuola
La didattica del fare a.a. 2016- 2017
OPEN DAY per educatori e docenti

Sabato 17 settembre 2016, dalle 17
alle 20, tutti gli educatori e i docenti,
dalle scuole dell'infanzia agli istituti secondari, sono
invitati presso il MUST-Museo Storico Città di Lecce per conoscere nel
dettaglio i laboratori didattici e i percorsi di ricerca per la scuola
dell’anno scolastico 2016-2017,
partecipare ad incontri con
collaboratori e mediatori, seguire
gratuitamente percorsi guidati alle
mostre, ricevere consulenze relative
a possibili progetti personalizzati,
prenotare attività per i propri studenti.
A tutti i partecipanti verrà distribuito la versione cartacea e catalogo "Must per la Scuola. La didattica del fare a.a. 2016- 2017"

Gli incontri in programma possono
essere seguiti, naturalmente, anche
singolarmente.

Il programma:
17- 17.15: registrazione dei partecipanti
17.15- 17.45: presentazione della proposta didattica
17.45- 18.00: Coffe break
18.00- 19.00: Visita Fablab e Living Lab museum
19.00- 20.00: Visita Atelier, Libroteca D'Arte e sperimentazione di un laboratorio inserito nella proposta didattica

Martedì 2 agosto – ore 21:00
Chiostro del Must – Museo Storico di Lecce, via degli Ammirati 11
Ingresso € 5,00.
Info al 328.7686080. Evento con posti limitati.
www.improvvisart.com


“Improgames Summer Edition!” – Spettacolo di Improvvisazione Teatrale
Improvvisart è lieta di presentare un nuovo appuntamento con gli attori della Scuola Improvvisart di Lecce e due ospiti del tutto speciali: Daniele Cordella e Barbara Melcarne da Bologna.

Martedì 2 agosto (ore 21:00 – ingresso €5) il chiostro del Must – Museo storico di Lecce, ospiterà il grande ritorno sulle scene salentine di due attori bolognesi, molto amati dal pubblico di Improvvisart, in uno show di Improvvisazione Teatrale in cui a farla da padrone sono l’allegria e la comicità.
Sul palco Daniele Cordella, attore bolognese e volto noto della scena nazionale di Improvvisazione, Barbara Melcarne (formatasi nella scuola leccese, da daversi anni continua il suo percorso a Bologna) e gli attori di Improvvisart, in un mix fresco e divertente. Gli attori si lanceranno in improvvisazioni estemporanee, storie raccontate e rivisitate, riproposte in mille stili differenti, dal Western al Giapponese, dagli Antichi Romani a Tarantino, dalla Sceneggiata Napoletana alla Melevisione, dalla Fantascienza alla Romanzo Rosa, etc. Il tutto sarà messo in scena avendo a disposizione gli input ricevuti dal pubblico e la propria fantasia per dar vita ad uno show originale e sorprendente!
Al pubblico, vero protagonista della serata, sarà affidato il compito di assegnare i temi delle performances, gli stili, le ambientazioni e tutto quello che che verrà di volta in volta richiesto.
Basta una semplice parola per far nascere un’improvvisazione; basta un proverbio per determinarne la sua fine; basta un colore, un'emozione o un numero per farne partire subito un’altra.
Tutto questo è Improgames: uno spettacolo divertente ed energetico, basato solo ed esclusivamente sull’improvvisazione!

Ufficio stampa Improvvisart Cooperativa
Via dei Salesiani, 4 – Lecce - fax 08321831096
Alessandra Villa – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 328.7686080

Martedì 12 luglio – ore 21:30

Chiostro del Must – Museo Storico di Lecce, via degli Ammirati 11

Ingresso € 5,00.
Info al 328.7686080. Evento con posti limitati.

www.improvvisart.com

 

Le stanze di Pinter” – Spettacolo di fine laboratorio

Improvvisart presenta “Le stanze di Pinter – breve viaggio nell’universo di Harold Pinter”, spettacolo teatrale con gli attori di Improvvisart a cura e con la regia di Fabrizio Saccomanno.

 

Martedì 12 luglio (ore 21:00 – ingresso €5) gli splendidi spazi del Chiostro del MUST di Lecce, ospiteranno un omaggio teatrale dedicato al mondo di Harold Pinter, drammaturgo, regista, attore, sceneggiatore e poeta britannico, premio Nobel per la letteratura nel 2005.

Lo spettacolo è il risultato a di un percorso teatrale durato nove mesi, durante il quale gli attori si sono confrontati con i testi del geniale drammaturgo inglese e hanno lavorato sulla creazione del personaggio, focalizzando l’attenzione sul meraviglioso universo di Harold Pinter, approfondendo la verticalità dei personaggi e la profondità del teatro dell’assurdo.

Gli attori in scena attraverseranno con differenti modalità alcuni tra i più celebri capolavori, nonché più apprezzati, di Pinter, con brani tratti da “Calapranzi”, “Tradimenti”, “La serra” e “Il bicchiere della staffa”. Personaggi ambientati negli anni ‘60/’70 ma attualissimi, che si muovono in ambienti e situazioni surreali e che regalano emozioni contrastanti, tra la risata e la commozione.

Verrà portato in scena il potere, la sua ostentazione e il timore di esso, nelle sue infinite declinazioni.

 

Ufficio stampa Improvvisart Cooperativa

Via dei Salesiani, 4 – Lecce - fax 08321831096

Alessandra Villa – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 328.7686080

Martedì 21 giugno – ore 21:30 primo di 3 appuntamenti della rassegna
estiva presso il MUST
Chiostro del Must – Museo Storico di Lecce, via degli Ammirati 11
Ingresso € 5,00.
Info al 328.7686080. Evento con posti limitati.
www.improvvisart.com


“333” – Spettacolo di Improvvisazione Teatrale
Improvvisart presenta “333”, nuovo spettacolo dell’Officina Amatori della Scuola di Lecce.

Martedì 21 giugno (ore 21:30 – ingresso €5) Improvvisart è lieta di presentare un nuovo show di Improvvisazione Teatrale in cui a farla da padrone sono l’allegria e la comicità. 333 è un numero ben preciso: tutto quello che gli attori faranno sul palco non dovrà durare più di 333 secondi, ovvero cinque minuti, trenta secondi e poco più. 333 è un numero perfetto, ma in 333 di perfetto c’è solo il divertimento. Storie brevi e brevissime per trasportare il pubblico in mondi folli, surreali, commoventi, profondi, strampalati, di ogni genere e con un unico scopo: far sbellicare dal ridere.
Tutte le storie saranno assolutamente create sul momento, in equilibrio tra magia, gioco e risate. Come sempre il pubblico sarà protagonista e avrà un ruolo fondamentale regalando input, suggerimenti e tematiche, perché nella follia bisogna essere complici!

Lunedì 13 giugno, ore 18.00
Sala Conferenze del MUST - via Degli Ammirati 11, Lecce

Nell'ambito della rassegna #PerdutiNelPaesaggio il MUST - Museo storico Città di Lecce propone:

LA CONCEZIONE METAFISICA DEL PAESAGGIO SALENTINO NELL'OPERA DI VITTORIO BODINI
Conversazione con Antonio Lucio Giannone, Ordinario di Letteratura Italiana Contemporanea presso l'Università del Salento.

Introduce il Direttore del #MUSTLecce Arch. Ninì Elia

Ingresso gratuito

Design & Lanscape: abitare la natura - Lecture Patrizia Pozzi 26 Maggio 2016 ore 17.30

Da molti anni mi occupo della relazione tra architettura e natura, nei miei lavori metto in discussione l’idea stessa di paesaggio tradizionale, costituito dalla relazione gerarchica tra edifico e natura.

Alla natura appartengono il vento, la luce, l’acqua,i materiali inerti, la nebbia, le nuvole e ovviamente le piante. Il paesaggio ètutto questo ma molte altre cose ancora. Ogni elemento che entra a far parte del nostro mondoesterno è paesaggio. Codificare e tradurre questi elementi in un linguaggio progettuale fa partedel lavoro del landscape designer.
Cogliere l’anima del luogo osservando attentamente il contesto, stando alungo sul posto, fa parte del mio approccio alla progettazione.
Sono stata seduta ore su una spiaggia dell’Albania per capire quali erano le forzedella natura prevalenti; il vento che batteva quel tratto di litorale è stato il punto di partenza, le nuvole che correvano veloci nel cielo e le conchiglie trovate sulla spiaggia, le rocce della battigiahanno ispirato le architetture, i colori, il paesaggio per il nuovo porto.

Le architetture si ispirano ai colori e alle forme degli elementi trovati sulla spiaggia; così come i minialloggi e la torre del faro, alta 25 metri,a forma di spirale per proteggersi dal vento.
L’effetto cercato è quello di suggerire l’idea di conchiglie gettate sulla spiaggia da una mareggiata, e quindi il concetto di una natura abitata, dove l’intervento dell’uomo si stempera nell’ambiente circostante.


In questo senso nacque, nel 2008,”Nidi d’uomo”, evento Fuori Salone realizzato per Milano Green Project durante il Salone Internazionale del Mobile, con Angelo Jelmini, un paesaggio che ospitava elementi legati al mondo della natura: introduceva il concetto di casa/nido nello scenario domestico e dava corpo all’idea di una natura da abitare e con cui dialogare.


Oggi Nidi d’uomo, prodotto da Salix di Anna Patrucco è stato selezionato e verrà esposto presso il Museo del Design in Triennale Milano nella mostra denominata “W-Women in Design”, pensata e promossa dalla Direttrice della Triennale Design Museum, Silvana Annicchiarico.

Per il futuro vedo nella natura la fonte di ispirazione che promuove e fornisce un approccio globale alla sostenibilità dando un riconoscimento alle performance virtuose in aree chiave della salute umana ed ambientale,verso forme e impiego di materiali che, al di là di alcune “mode”, indicano la vera tendenza che si sta delineando nel nostro settore, il risparmio energetico.
Nei due libri che mi sono stati dedicati, attraverso i lavori del mio studio, invito a riflettere sul vivere/ecosostenibile che favorisce il dialogo tra noi e la natura.

Titolo: LandscapeDesign
Curatore: Lucia Valerio
Editore: Electa

Titolo: ContemporaryLandscape.
Curatore: Luca Molinari
Editore: Skira

Con le 59 opere realizzate tra 1958 ed il 1981, la mostra permanente propone alcuni tra i lavori più significativi di Cosimo Carlucci, geniale scultore salentino apprezzato a livello nazionale ed internazionale negli anni '60-'70 e che nel corso della sua carriera ha ricevuto omaggi critici da Argan, Portoghesi e Fagiolo.
Tradizione ed innovazione trovarono una perfetta integrazione nella figura di Cosimo Carlucci che seppe interpretare una modernità di respiro internazionale e che, soprattutto nella ricerca degli anni '60 e ' 70, caratterizzata dal felice connubio tra scultura ed architettura, riuscì anche ad anticipare alcune tendenze oggi quanto mai attuali. Le opere esposte nel MUST rappresentano un importante compendio di tutta la produzione di Cosimo Carlucci. La mostra comprende circa 50 sculture donate dall'artista alla città negli anni ottanta per l'allora costituenda galleria d'arte contemporanea; opere che tornano al loro originario splendore grazie ai restauri compiuti dagli esperti del Museo Castromediano.

Dal 14 febbraio 2016
Pranzo in Famiglia al MUST. Una domenica unica da vivere al Museo
Con un ricco buffet tra relax e arte
Per i bambini...l'atelier: libri, pennelli e colori


Due grandi sale interne a volta e il cortile con la vista suggestiva sul Campanile di Piazza Duomo diventano spazi in cui gustare il cibo preparato dalla cucina, sorseggiare un buon vino, provare le specialità “for kids”, bere un aperitivo in completo relax e, perché no suonare il pianoforte a disposizione di chi abbia voglia di fare musica nel Museo. Per i bambini, il #LaboratorioDArte e la #Libroteca saranno aperti per accogliere le bambine e i bambini nel nuovo atelier di pittura permanente, ispirato al Closlieu di Arno Stern.
A partire da domenica 14 febbraio il Must è per tutta la famiglia, confermando la sua vocazione per nuove pratiche di partecipazione e mediazione del patrimonio artistico. Da quando è stato inaugurato, il Museo Storico di Lecce ha attivato al suo interno i Servizi Educativi che, attraverso le numerose esperienze con l'arte, proposte nel Laboratorio e Libroteca d'Arte offre al pubblico dei più giovani spazi e occasioni autentiche per allenare la creatività e l'immaginazione che sono avere e proprie abilità da esercitare e che possono migliorare nel tempo.
Ogni domenica, dalle ore 13 fino alle ore 16 la Caffetteria "Emme" sarà aperta per offrire alle famiglie e non solo un ricco buffet, con una proposta di menù specifica per i bambini. E mentre mamma e papà si godono il pranzo della domenica in un ambiente esclusivo, e hanno anche la possibilità di visitare il Museo, i bambini giocano con l'arte nello spazio del
Laboratorio a loro dedicato.


MUST - Museo Storico Città di Lecce
via degli Ammirati, 11

Ogni domenica, dal 14 febbraio
Ore 13 - 16
L’atelier è aperto ai bambini dai 3 anni
Ingesso: 20 euro adulto (pranzo con ricco buffet e bevanda a scelta); 10 euro bambino (pranzo con una bevanda e atelier)
Prenotazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .; 3285842114

Dopo il successo della rassegna "Lù Mière - CalicidiCinema", il MUST - Museo storico Città di Lecce, in collaborazione LedA, ITC Advisor e Must Caffetteria, presenta "Donne LùMière", a cura di Antonio Manzo.
Questo nuovo ciclo di eno-proiezioni sarà dedicato alla Bellezza: immortalate in capolavori cinematografici degli anni '40, '50 e '60, rivedremo bravissime attrici tra le più rappresentative e affascinanti del Cinema di ogni tempo. A ognuna di esse sarà "assegnata" una etichetta di vino sempre diversa delle più rinomate cantine vitivinicole pugliesi che, insieme a buffet ricercati, ci introdurranno in una dimensione magica.

Ecco il calendario delle proiezioni.

26/01: CLAUDIA CARDINALE in "Otto e mezzo" (1963), regia di Federico Fellini

02/02: SOPHIA LOREN in "L'oro di Napoli" (1954), regia di Vittorio De Sica

23/02: RITA HAYWORTH in "Gilda" (1946), regia di Charles Vidor

15/03: ELIZABETH TAYLOR in "La gatta sul tetto che scotta" (1958), regia di Richard Brooks

22/03: ANNA MAGNANI in "Bellissima" (1951), regia di Luchino Visconti

12/04 MARILYN MONROE e JANE RUSSEL in "Gli uomini preferiscono le bionde" (1953), regia di Howard Hawks


Ogni martedì, dalle ore 20.45
Ingresso: 15,00 euro, comprensivo di apericena
Prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; tel. 0832.241067; cell. 328.8245902

AESAGGI POP-UP – Lecture con Angelo Jelmini


L’incontro si inserisce all’interno del ciclo DESIGN CULTURE LECTURE SERIES , una serie di conferenze- lecture che ADI Delegazione Puglia e Basilicata ha messo in campo a partire da maggio 2015. Le Lecture vogliono offrire una panoramica su quello che accade sul fronte dell’architettura e del design, discipline e ambiti sempre più contaminati dai semi nati sui territori confinanti e non. Parlare di architettura e design oggi significa affrontare argomenti interdisciplinari, attraverso nuovi saperi e nuove culture, con nuovi linguaggi e nuove metodologie, e che non riguardano solo quello che normalmente siamo abituati a conoscere, ma anche temi come cohousing, architettura legata al paesaggio, giardini planetari, l’ambiente, la sostenibilità, il design sociale, il design sistemico, il marketing design, ecc
Angelo Jelmini art director, scenografo e designer con i suoi PAESAGGI POP-UP ci farà scoprire una modalità diversa della creatività del modo di fare architettura dello spazio e del suo contesto in ambito internazionale.

 

MUST 11 novembre ore 17

In occasione della mostra "I nostri anni'70. LIbri per ragazzi in Italia" che sarà esposta al MUST - Museo storico Città di Lecce dal 17 ottobre 2015, MUST Experience, in collaborazione LedA ITC Advisor Must Caffetteria, presenta "Lù mière" rassegna cinematografica di ricercati film d'autore degli anni '70, del panorama nazionale ed internazioanle, a cura di Antonio Manzo.

Ogni martedì, nel suggestivo contesto del museo MUST, cinque le serate all'insegna del cinema d'autore, del buon cibo e dell'ottimo vino. Ogni proiezione verrà connubiata naturalmente alle eccellenze dei vini del territorio, offerti per l'occasione dall'enoteca "La Lupa". Così ogni film si "enoproietta" al nome, all'essenza, all'etichetta degli stessi per carattere spessore e gusto.
Ma non solo vino! Le serate cinematografiche del Must saranno anche accompagnate da degustazione di prelibate pietanze preparate da "Emme", la caffeteria del museo.

Il calendario:
13/10: "I magliari", film del '59 diretto da Francesco Rosi;

27/10: "Professione: reporter", film del '75 diretto da MIchelangelo Antonioni;

17/11: "Pane e cioccolata", film del '73 diretto da Franco Brusati;

1/12: "Come eravamo", film del 1973 diretto da Sydney Pollack;

15/12: "Harold e Maude", film del 1971 diretto da Hal Ashby.

Info: ogni martedì, dalle ore 20.30
Costi: 15 euro a parteciopante, comprensivo di apericena.
Prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; 0832241067

"LÙ MIÈRE" è uno spontaneo gioco di parole che vedegli inventori del Cinematografo (Auguste & Louis Lumière) "uniti" al nome dialettale di origine latina "Mieru" con il quale, in molte località meridionali, si identifica tuttora il nettare per eccellenza (il Vino, appunto). "LÙ MIÈRE" è un format di Antonio Manzo che realizza da più di due anni rassegne cinematografiche di ricercati film d'autore nella Terra D'Otranto collaborando con le più rinomate aziende vinicole