25.10-26.11 - Ladies for Human Rights

Ladies for Human Rights, mostra personale dell'artista Marcello Reboani, ideata e curata da Melissa Proietti in collaborazione con RFK Center for Justice and Human Rights Europe dedicata al tema delle donne e dei diritti umani, debutta nel Salento promossa e sostenuta da Vestas Hotels & Resorts e patrocinata dal Comune in occasione di TEDxLecce nella splendida cornice del MUST, il museo storico della capitale del barocco. La mostra, che sarà inaugurata con un vernissage aperto al pubblico il 25 ottobre (ore 20.00), si chiuderà il 26 novembre. A Lecce la personale dell’artista romano Marcello Reboani arriva dopo il successo di Firenze, dove Ladies for Human Rights ha inaugurato lo scorso maggio all'interno dei nuovi spazi espositivi dell’Associazione Robert F. Kennedy Foundation of Europe Onlus con l’obiettivo di diffondere e promuovere l’operato del RFK Center Europe attraverso l'arte.

Ospite d’eccezione dell’inaugurazione della mostra a Lecce sarà Kerry Kennedy. La presidente del Robert F. Kennedy Center for Justice and Human Rights sarà presente al vernissage con Marialina Marcucci e Federico Moro, presidente e direttore esecutivo RFK Center Europe. L’esposizione Ladies for Human Rights è composta da diciotto ritratti di donne straordinarie che si sono impegnate con coraggio nella difesa dei diritti umani. Questi i diciotto ritratti materici realizzati in tecnica mista utilizzando materiali di recupero in un’ottica ecologica e di salvaguardia dell’ambiente che da sempre vede impegnato l’artista Marcello Reboani: Annie Lennox, Isabel Allende, Aung San Suu Kyi, Norma Cruz, Audrey Hepburn, Rānia di Giordania, Joan Baez, Lady Diana Spencer, Leimah Gbowee, Giulia Tamaho Leon, Madre Teresa di Calcutta, Elisabeth Taylor, Anna Eleanor Roosvelt, Ellen Johnson Sirleaf, Caddy Adzuba Furaha, Anna Frank, Maria Montessori e Rita Levi Montalcini.

Per l’edizione leccese, Ladies for Human Rights aggiunge una nuova opera site specific che sarà esposta al Risorgimento Resort: il ritratto di Malala Yousafzai, studentessa pachistana, vittima di un attentato per mano talebana, la più giovane candidata al premio Nobel per la Pace, appena premiata come “ambasciatrice di coscienza” da Amnesty International. La scelta di Malala, unica giovane donna presente nella selezione della mostra insieme ad Anna Frank, sottolinea il valore didattico dell'iniziativa e la ferma volontà di sensibilizzare gli studenti delle scuole sul tema del diritti umani.